HOME

RIPRODUZIONI

CARTOLINE


EVENTI   STORICI

GUIDE  TURISTICHE

LIBRI

STAMPE

QUADRI

FOTOGRAFIE

PEGLIESE CALCIO


SITI  AMICI

HOME PORTALE

Cartoline di Pegli   stemma
I Villini di Multedo



Il Collegio Laico "Villa Perla" in una riproduzione del 1969 avuta da Giulio Photo Pegli.

cartmult14
Sulla collina di monte Oliveto era presente un tempo la "Villa Pignone" in seguito denominata "Chiesa", distrutta nel dopoguerra per far spazio ad insediamenti industriali mai realizzati. A seguito di questo scempio, risultato peraltro inutile, è rimasta la cancellata d'ingresso con l'ex casa del custode, il parco alberato e gli archi del basamento quasi completamente occultati dalla vegetazione.Pubblico quattro cartoline del 1930 con molta tristezza.



Villa Pignone-Chiesa in una cartolina del 1930 c. edita G.C.B.

cartmult16
Ultima cartolina per "Villa Pignone-Chiesa" distrutta dalle barbarie della "civilta'-industriale".



Cartolina del 1903 di Villa Gavotto-Negrone. Demolita per dare spazio a nuovi condomini, si è perduto un altro esempio di grandiosa Villa ottocentesca. Si noti, in basso, la presenza di una piccola cappella, che oggi ancora esiste sulla Via Aurelia.


Cartolina del 1932 che rappresenta Villa Gavotti-Persico a Multedo. La Villa è stata demolita dopo l' ultima guerra per fare posto ad impianti industriali. Anche il vasto giardino a monte è oggi irrimediabilmente perduto. Di Erio Panarari.


Interno di Villa Rusca.


Villa Binny in una foto Lux Time del 1993 gentilmente offerta dal Dr. Antonio Marani.



cartmult10
Nel 1969 viene ripreso il Collegio Laico "Villa Perla" che si trova nel Viale Privato Chiesa.

  
Villa Pignone viene persa al gioco dal proprietario nel 1939 e diventa Villa Chiesa, iniziando il suo lungo ed inesorabile declino.


(1907) - Villa Pignone-Chiesa a Multedo. Progettata dall'Architetto Luigi Rovelli, sul finire dell'800 e demolita negli anni '60, per realizzare nuovi progetti, mai giunti in porto, sovrastava la collina dei Villini di Multedo, immersa nel verde di un Parco, oggi pressochè abbandonato. Di Erio Panarari.


cartmult15
La seconda cartolina di "Villa Pignone-Chiesa" all' esterno.


I giardini di villa Chiesa in questa cartolina edita G. Graziosi.


cartmult16
Ammiriamo l' interno della villa in tutta la sua bellezza.


Villa Gavotti è un ulteriore esempio, a Multedo, di demolizione di un bene culturale per far posto alla locale industrializzazione. Siamo negli anni '30.


Multedo di Pegli-La villa Gavotti-Persico, ora scomparsa, da una foto di inizi '900.la villa, Databile inizio XIX secolo, è stata distrutta nell' ultimo dopoguerra per fare posto agli impianti industriali. Il grandioso prospetto era prolungato da due ali che, con avancorpi, racchiude ani una terrazza a giardino a cui si saliva da un viale di lecci. Con la natura che penetrava nell'atrio figurano una grotta. Il giardino iniziava a monte con un vasto prato e saliva sino ad una torre sulla vecchia strada romana. Verso mare erano, oltre la via Aurelia, le scuderie ed un'antica cappella. (Dizionario delle strade di Genova - Tolozzi editore 1968). Pubblicata su FB da Rosanna Parodi.


Cartolina del 1930 c. che rappresenta Villa Lomellini-Bixio. Demolita dopo l' ultima guerra, faceva parte di una serie di Ville schierate sulla litoranea di Multedo, si noti sull' ubertosa collina la Chiesa Parrocchiale di Monte Oliveto. Di Erio Panarari.


I Villini di Multedo nel 1932, immagine tratta dal periodico ufficiale della Azienda Autonoma per la Stazione Climatica e Balneare di Pegli.