HOME

RIPRODUZIONI

CARTOLINE


EVENTI   STORICI

GUIDE  TURISTICHE

LIBRI

STAMPE

QUADRI

FOTOGRAFIE

PEGLIESE CALCIO


SITI  AMICI

HOME PORTALE

Storia di Pegli   stemma
  Personaggi Pegliesi



Foto, trovata nell'web, del mitico "Canun" mentre con il suo amato asino percorreva il Lungomare.




Giovanni Cannonero detto "Canun". Personaggio tipico pegliese. Durante il corteo carnevalesco si camuffava da maschera locale ed era sua consuetudine mangiare i ravioli in "to caciuccio" (vaso da notte).



Un po' di riposo per Domenico Ferrando detto Belò sotto l'ombrellone dei pegliesi (il fungo) di Molo Lomellini.



Questo personaggio, sicuramente pegliese, nel 1906 ha scritto questa cartolina di ringraziamento per il prof. esperto in larintologia Karlo Labus di Milano. Il suo nome è E. Constantis.



Luciana Gonzales è nata a Pegli in Viale Modugno 1B. Fu una dei sei giovani, e unici, partecipanti al Festival di Sanremo 1956 dopo aver vinto il concorso per Voci Nuove della RAI. A Sanremo cantò tre canzoni: La vita è un paradiso di bugie che si classificò terza, È bello e Parole e musica (entrambe escluse dalla finale). Nel 1960 partecipò al Festival de la cancion italiana di Buenos Aires con il brano Ti credo (accompagnata dall'orchestra di Eros Sciorilli e dal pianista Lito Escarso). In seguito partecipò, nel 1964, al film musicarello I ragazzi dell'Hully Gully. Lasciò presto l'attività artistica per dedicarsi alla vita familiare. (Da Wikipedia)



Antonio Orazio Quinzio, vissuto in Val Varenna, spirava in Pegli il 10 Giugno 1928 lasciando dietro di sè largo e sincero rimpianto, perchè scompariva con lui una dinastia di pittori: il nonno Giovanni che aveva affrescato l'oratorio di S.Martino e il padre Tullio Salvatore. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Fotografia risalente alla fine del 1800, realizzata nel punto d'incontro tra Via Pegli ed il vicolo detto "o Caroggio".  Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Febbraio 1944. La salumeria di Via Martiri della Libertà di Alberto e Luisa (manca Aurelio, probabilmente al militare). Presenti Rita e davanti i bimbi Peppino e Mary. Foto gentilmente concessa dal Sig. Sergio Muratore.



Il punto d'incontro tra Via Pegli ed il vicolo detto "o Caroggio". Siamo nel 1928. A dx si nota un'edicola sacra e due venditrici di acciughe "Regattonn-e" con le loro ceste. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



La giornalaia, signora Gestro, davanti alla sua edicola di giornali. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Primi anni '900 sul Lungomare di Pegli, nel palazzo Puppo a mare, dove ora c'è un bar, esisteva questa bottega storica delle sorelle Verardo antenate della moglie del Sig. Pier Bruno Berengan che vendevano 'lanerie e telerie'.



Anni '30, la sezione Vela di Pegli, ora Club Vela. Riproduzione avuta da un amico pegliese. 



Personaggio illustre di Pegli, il cui busto marmoreo si trova nella Sala Consiliare del Municipio, è quello del Conte De Nicolay.

 

Conduttrice a Radio Montecarlo negli anni '70, presentatrice con Corrado e Tortora alle manifestazioni dal 1970 al 1972 relative agli "Oscar del Mare" presso il Cinema Teatro "Carillon" di Pegli, Marika Pitzalis è un personaggio pegliese "DOC".



Il Sig. Pier Bruno Berengan ha inviato via Messenger questa foto. Siamo nella stazione di Pegli, anni '50, ed il signore in questione é "Lillo" Cestone (padre di Oscar Cestone proprietario della foto) che é stato uno dei maggiori taxisti pegliesi. La sua autorimessa era situata in Via Sabotino confinante con l'antico cancello dell'Hotel Mediterranee. Era conosciutissimo dai pegliesi in quei tempi.



L'Ostetrica Lidia Bouchard, madre di Fausto (Principe dello Scoglio) che gentilmente ha fornito la fotografia. Fino agli inizi degli anni '90 ha fatto nascere mezza Pegli, prima come libera professionista e poi,all'apertura del reparto, come Ostetrica del Martinez.





Dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi" di G.B.Graffigna e G. Moggio colgo alcuni ritratti di personaggi che rappresentano per il "microcosmo pegliese" un piacevole ricordo.




Ricordo del pescatore pegliese Giovanni Molinari detto " o Cillo Balle Neigre" a bordo del suo gozzo.




Alberto Traverso detto "Berto da Puiscia" all'età di 80 anni era il mugnaio della valle. Ha trascorso tutta la vita nei molini conoscendone i segreti più nascosti. fu uno dei tanti abitanti della Val Varenna che ha conservato per tutta la vita, un legame stretto con la sua terra. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Personaggi e ragazzi della Val Varenna. "In to zeugo" a sx l'anziano signore con i baffi era Bottaro "o Beppe Cio" noto per avere sei dita in una mano. Era un abile giocatore e vincitore nel gioco della morra. Il bimbo scalzo era Alberto Traverso , nato nel 1912. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Nel cortile all'interno del Ristorante Piemontese. Il secondo da dx con la "farfalla mazziniana" è il poeta pegliese Giuseppe Chiozza detto "o Beppin o Badassen". Firmava le sue poesie con il sinonimo "Quello". Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Esposizione di pagliette davanti alla gelateria "Tugnin in Porticciuolo". Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Ricordo degli orfanelli della Piccola Casa del S. Cuore di Pegli (nell'attuale via Martiri della Libertà, civ. 27) in divisa da marinaretti, con uno dei loro benefattori. La casa Villino Angela fu donata dalla Famiglia Tabbia di Pegli al padre benedettino Alberto Sassi, parroco di S. Martino e fondatore della Piccola Casa del S. Cuore. Tratto dal libro "Pegli nel tempo e nei tempi".



Tra Vico Condino e Viale Pallavicini, sul Lungomare c'era la Pasticceria Canepa, dove successivamente trovavamo il "Gran Bar", ecco le maestranze in una foto fornita dalla Sig.ra Marina Amatucci. La foto è stata scattata dal padre o dal nonno, entrambi noti fotografi pegliesi.



Davanti a Bagnara scarpe c'era il salumiere "u sciu Ettore" salsamentario storico vicino al bar Tosi! Foto pubblicata su FB dal Sig. Pier Bruno Berengan.


Agostino Capello tappezziere di Pegli. Anni 1920. Foto gentilmente concessa dal Sig. Lorenzo Priano.

La bottega di Berto Dagnino della frutta e verdura in Via De Nicolay. Da sx Teresa Bianchi, i fratelli Maria Marani di 17 anni ed Enzo Marani commesso di 21 anni che poi diventerà violinista dell'Orchestra del Teatro Carlo Felice fino al pensionamento. Fotografia del 3 Gennaio 1949 gentilmente concessa dall'amico Antonio Marani.




Luigi Ravera, commissario dell'ufficio amministrativo distaccato di Pegli dal 1926 al 1951. Foto nell'anno 1950 nel palazzo del Comune di Pegli e gentilmente avuta da Giulio Photo Pegli.



Il mitico maestro Conte e la sua Banda Musicale Pegliese..dietro di lui il suocero del Sig. Pier Bruno Berengan (fornitore della foto) , gran musicista anche lui ..al sax!! Era il 24 giugno 1934!



Cristino Oliveri, detto "Cristin", proveniente dal Piano delle Monache carico di bidoni di latte (foto scattata nei pressi della trattoria di Torre Cambiaso).



Trova spazio nei nostri personaggi il parrucchiere pegliese Giuseppin Gaggero col socio Mantero, cugino del suocero di Milly Pastorino che oltre a essere Presidente della Pro Loco di Pegli è stata la nostra "fonte storica" per l'identificazione di questa fotografia.



Ritratto, trovato nell'web, di Maria Chiozza che nel 1922 ha compiuto 100 anni.



Personaggio la cui dipartita é più recente ma comunque presente nei ricordi di noi pegliesi é LEO. Con le sue pizze ci ha accompagnato per anni ed è doveroso ricordarlo nei nostri personaggi.



L'Ostetrica Lidia Bouchard, madre di Fausto (Principe dello Scoglio) che gentilmente ha fornito la fotografia. Fino agli inizi degli anni '90 ha fatto nascere mezza Pegli, prima come libera professionista e poi,all'apertura del reparto, come Ostetrica del Martinez.